Numero verde 800 200 952

Cosa prevede il servizio di badante non convivente

La badante non convivente viene assunta nel momento in cui l’anziano o la persona malata necessita di un servizio di assistenza flessibile, di poche ore giornaliere e/o solo in alcuni giorni della settimana.

Il lavoratore viene inquadrato in uno dei diversi livelli previsti dal CCNL per il lavoro domestico.

Le famiglie che hanno bisogno di assumere una badante non convivente trovano molti vantaggi nel rivolgersi ad un’agenzia professionale come Adele Family Worker srl, da anni attiva nel settore dei servizi di assistenza alla persona, che si occupa della stipula del contratto e dei relativi oneri direttamente con il lavoratore, sollevando i clienti dalla gestione di qualsiasi attività burocratica.

H2 Cosa prevede il contratto badante non convivente?

Il 1 ottobre 2020 è entrata in vigore la nuova normativa che disciplina il contratto di lavoro delle badanti non conviventi, che sarà valida fino al 31 dicembre 2022.

Il CCNL per il lavoro domestico prevede che la badante non convivente lavori per 8 ore giornaliere, non consecutive, per un totale di massimo 40 ore settimanali, distribuite su 5 o 6 giorni; la norma non stabilisce un minimo di ore lavorative, che viene pattuito tra il lavoratore e il datore di lavoro quando viene stipulato il contratto.

Qual è lo stipendio di una badante non convivente?

Il costo di una badante non convivente dipende da diversi fattori: dalle ore di lavoro effettuate e da quando vengono effettuata (di giorno, di notte, durante giorni festivi).

È da tenere in conto il fatto che il costo per una badante non convivente è maggiore rispetto a quello per una convivente.

Chiedi ora un preventivo in merito alle Tue esigenze.

Le mansioni di una badante non convivente

Le diverse mansioni che possono essere richieste a una badante non convivente sono correlate al grado di autonomia che ha l’anziano, il disabile o la persona malata, nello svolgere le attività quotidiane.

Per le badanti non convivente c’è un orario di lavoro fisso?

Per quanto riguarda l’orario di lavoro, per le badanti non conviventi non è previsto alcun limite minimo di ore settimanali: il CCNL infatti stabilisce soltanto un tetto massimo che è di 40 ore settimanali, e in questo caso lo stipendio si calcola sulle effettive ore di lavoro svolte.

Per i lavoratori a ore esiste comunque il vincolo delle 8 ore giornaliere, non consecutive, distribuite su 5 o 6 giorni, e anch’essi hanno diritto a 24 ore di riposo.

Cerchi una badante non convivente a Padova? Ci trovi presso le sedi provinciali situate in zona Guizza e a Conselve, che gestiscono anche la zona di Treviso e Vittorio Veneto. Contattaci al numero verde 800 200 952.

Hai bisogno di una badante non convivente a Cento, Imola, nella provincia bolognese oppure a Rimini? Contatta la filiale di Bologna al numero verde 800 200 952.

Se stai cercando una badante non convivente a Ferrara, Copparo o Bondeno, chiama la sede principale di zona in via Foro Boario (FE).

Per una badante non convivente a Milano, Monza e zone limitrofe, chiama il numero verde 800 200 952.

Richiedi informazioni alla nostra pagina contatti

Contattaci