Numero verde 800 200 952

NEWS

La badante in nero conviene veramente?

Badante in nero

Quando si deve cercare una persona che si occupi dell’assistenza ad un nostro caro, sorge sempre la stessa domanda: conviene una badante in nero o è meglio assumerla con regolare contratto?

Affidare la cura di una persona ad un lavoratore poco affidabile e senza i requisiti professionali richiesti è la scelta peggiore che si possa fare. Il CCNL per il lavoro domestico, nel caso delle badanti non conviventi, non prevede un minimo di ore contrattuali, un grosso vantaggio per chi cerca una badante per poche ore settimanali.

Scegliere di mettere in regola il personale di assistenza alla persona è un vantaggio per entrambi le parti contraenti, perché vengono tutelati diritti e doveri sia delle badanti che dei datori di lavoro.

Qual è la paga oraria di una badante in nero?

Ma quanto costa una badante in nero? Se per quelle assunte con regolare contratto la retribuzione è stabilita dal CCNL, lo stesso non vale per lo stipendio della badante in nero.

Il costo orario di una badante regolarmente assunta varia da un minimo di circa 4 euro ad un massimo di 8 euro, in base al livello di inquadramento, ma la paga orario della badante in nero non deve necessariamente stare alle regole previste dal CCNL.

Con un po’ di fortuna di possono trovare badanti più o meno competenti che richiedono uno stipendio mediamente in linea con quello previsto dalla legge, ma può anche capitare il contrario.

Badante in nero denuncia

Chi assume una badante in nero sa che la denuncia da parte dell’ispettorato del lavoro, presto o tardi, può arrivare.

Se invece è proprio la badante in nero che denuncia il datore di lavoro, quest’ultimo è tenuto al versamento sia dei contributi INPS che delle sanzioni previste dalla fattispecie.

Quali sono i diritti di una badante in nero?

Va da sé che in assenza di un regolare contratto, i diritti di una badante in nero non sussistono: dunque niente ferie, malattia, contributi, ecc. Ma attenzione, perché è importante ricordare che questo vale per entrambe le parti: infatti, nemmeno il datore di lavoro ha alcun diritto e dovere nei confronti della badante assunta senza contratto.