Numero verde 800 200 952

Quali sono le agevolazioni per l’assunzione di una badante previste dalla legge italiana

Assumere un collaboratore domestico comporta delle spese non indifferenti, che però sono estremamente necessarie in certi casi. Per questo motivo la legge italiana prevedere delle agevolazioni per l’assunzione delle badanti, entro determinati limiti di spesa e di reddito dei richiedenti, per aiutare le persone che hanno familiari non autosufficienti, che hanno bisogno di cure e assistenza costanti. Anche con noi di Adele è possibile procedere alla detrazione e alla deduzione contributiva. Contattaci per saperne di più!

Le agevolazioni fiscali per chi assume una badante

Le agevolazioni fiscali per chi assume in regola colf e badanti prevedono la deduzione dal reddito imponibile dei contributi previdenziali e assistenziali obbligatori versati per gli addetti ai servizi domestici e familiari per un importo massimo annuale pari 1.549,36 euro; si tratta di una cifra fissa, che non varia in base ai redditi dichiarati.

Esistono detrazioni per i costi della badante?

In Italia sono previste detrazioni fiscali per le badanti per il 19% delle spese sostenute per l’assistenza di persone non autosufficienti (che risiedono nella propria abitazione oppure in casa di riposo), su un valore massimo di 2.100 euro all’anno.

Possono accedere a questa detrazione le persone che ha un reddito complessivo lordo inferiore ai 40.000 euro annui e che presenteranno, in fase di dichiarazione, la documentazione delle spese di assistenza tramite le ricevute delle retribuzioni erogate.

Le novità previste dalla normativa sui contributi per badanti e colf

La circolare n. 17 del 1° febbraio 2022 dell’INPS ha determinato nuove fasce di retribuzione dei lavoratori domestici, su cui calcolare i contributi per badanti e colf, che dovranno versare per quest’anno i datori di lavoro che assumono queste figure a tempo determinato o indeterminato.

Cerchi una badante non convivente a Padova? Ci trovi presso le sedi provinciali situate in zona Guizza e a Conselve, che gestiscono anche la zona di Treviso e Vittorio Veneto. Contattaci al numero verde 800 200 952.

Hai bisogno di una badante non convivente a Cento, Imola, nella provincia bolognese oppure a Rimini? Contatta la filiale di Bologna al numero verde 800 200 952.

Se stai cercando una badante non convivente a Ferrara, Copparo o Bondeno, chiama la sede principale di zona in via Foro Boario (FE).

Per una badante non convivente a Milano, Monza e zone limitrofe, chiama il numero verde 800 200 952.

Richiedi informazioni alla nostra pagina contatti

Contattaci